Bono: Come possiamo porre fine alla povertà?




Da “One: The Campaign to Make Poverty History” al megaconcerto “Live 8”, Bono è stato in prima linea in numerose occasioni, nelle quali ha chiesto una maggiore attenzione globale ai problemi della povertà e della fame nel mondo. Ora il cantante si potrà rivolgere ad una community globale – con un semplice click - per chiedere un sostegno in 12 Paesi e in sei lingue in tutto il mondo.



Oggi Bono inserirà la propria domanda su Yahoo! Answers, (http://it.answers.yahoo.com/) pensata per sostenere ulteriormente i suoi sforzi in giro per il mondo. Ecco la domanda di Bono: “Come possiamo porre fine alla povertà?”. La speranza è di coinvolgere gli utenti, di far nascere idee significative e di ottenere il supporto della gente di ogni età e cultura.

In una intervista alla BBC, Bono una volta spiegò che il suo desiderio maggiore è che le attuali generazioni siano “ricordate per qualcos’altro, oltre che per Internet”. Eppure, potrebbe essere proprio Internet, e un servizio come Yahoo! Answers, a permettere alle persone di condividere le proprie domande, attenzioni e idee influenti su qualunque argomento – come, ad esempio, la piaga mondiale della povertà.

In occasione di questa collaborazione, Yahoo! farà una donazione di 25000$ al Global Fund.

Yahoo! Answers permette alla gente di trovare, usare, condividere ed espandere la propria conoscenza e le proprie esperienze di vita con altre persone on line. Con le oltre 70 milioni di risposte date dagli utenti in tutto il mondo a pochi mesi dal lancio, Yahoo! Answers si sta imponendo come il nuovo modo di cercare e condividere l’informazione e la conoscenza sul Web.

Yahoo! Answers ora in 18 Paesi
Yahoo! Answers è disponibile in 18 Paesi, inclusi Argentina, Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Hong Kong, India, Italia, Messico, Singapore, Spagna, Inghilterra e Stati Uniti d’America.





Webisland.net - Online dal 2003 - Info | Mappa