Internet è stato progettato con l’idea di essere un servizio libero e disponibile per qualsiasi persona. La rete dovrebbe garantire libertà di informazione e pensiero, tuttavia, come per tante cose, le buone motivazioni iniziali non hanno sempre un riscontro nel mondo reale. Per questo motivo, anche sul world wide web sono presenti censure e limitazioni.

Una delle censure più evidenti è quella effettuata dalla Cina sui siti utilizzati comunemente dal resto del mondo come Google e Facebook. Ma questa nazione non è la sola ad applicare delle leggi di geo-protezione sui dei siti. Anche in Italia, ad esempio, esistono dei servizi esteri a cui non è possibile accedere. In questo senso si potrebbe pensare di essere destinati a non poter utilizzare le proprie piattaforme preferite, ma non è così. La soluzione per una navigazione anonima e libera esiste, e si chiama VPN.

VPN: caratteristiche e funzionamento

Una VPN, detta anche rete virtuale privata, è un sistema di collegamento Internet che permette di navigare sul web in modo libero e protetto. Il funzionamento è molto semplice e consente di evitare i tanti firewall di geo-protezione imposti da siti e governi. Quando si tenta di accedere a un sito geo-protetto, infatti, questo è in grado di rilevare la posizione dell’utente leggendo l’indirizzo IP dello stesso.

I server sparsi sul pianeta messi a disposizione da un fornitore di servizi VPN camuffano l’indirizzo IP dell’utente assegnandone un altro, che racchiude la posizione del server stesso. In questo modo, scegliendo un server in una nazione in cui il sito è disponibile, è virtualmente possibile a qualsiasi sito web geo-protetto.

Inoltre, per evitare di incorrere in sanzioni correlate a violazioni di leggi sul copyright, una VPN cripta la trasmissione di dati con un protocollo di crittografia che rende praticamente impossibile rintracciare la persona reale che sta effettuando le operazioni online. Da sottolineare che i dati sono comunque accessibili dal fornitore del servizio VPN che in caso di attività illegali può essere comunque obbligato a condividere gli stessi con le autorità competenti.

Installare una VPN: pro e contro

Capito come funziona una VPN ci si potrebbe chiedere quali siano i pro e i contro di questa tecnologia. Tra i vantaggi troviamo:

Accesso a ogni sito. Come detto sopra, l’IP fornito dal server permette di aggirare il geo-blocking, rendendo Internet un mondo libero come dovrebbe essere.

Protezione dei dati. Il protocollo di crittografia assicura che i dati non vengano spiati da terzi come agenzie governative o società pubblicitarie. In questo modo è possibile evitare di consegnare i propri dati e preferenze in modo incontrollato.

Alcuni svantaggi, più evidenti nel caso in cui si scelgano delle VPN di qualità scadente e poco performanti, sono:

Rallentamento connessione dati. Alcuni servizi VPN scadenti non dispongono di server abbastanza potenti per consentire una navigazione fluida. Per questo motivo è fondamentale scegliere soltanto dei servizi recensiti e testati.

Incompatibilità software. Allo stesso modo, alcuni servizi VPN poco aggiornati potrebbero non essere in grado di funzionare sui dispositivi di ultima generazione in continuo miglioramento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui