Come scegliere e organizzare la cucina

0
59

La cucina è il fulcro della casa e il luogo dove si trascorre la maggior parte del tempo. Per questo è importante organizzare bene gli spazi e trovare la giusta disposizione degli arredi. In cucina si svolgono tre principali attività: la preparazione dei cibi, la cottura, lavaggio delle stoviglie, conservazione degli alimenti, colazione/pranzo/cena.

cucina-isola-piano-snack

Occorrono quindi il piano da lavoro, il piano cottura e il forno, il lavello e la lavastoviglie, pensili, dispensa, frigorifero, infine la zona pranzo.

Occorre organizzare lo spazio e disporre i mobili in cucina in modo da muoversi con facilità senza ostacoli per la sicurezza. La distanza ottimale tra i lati della cucina è 100-120 cm, il piano da lavoro ha una larghezza di 60 cm. La cappa viene posta sui fuochi per aspirare i vapori creati durante la cottura, il piano cottura dovrebbe essere distante dal lavello almeno 30 cm.

I mobili della cucina vengono realizzati secondo moduli di dimensioni 45/60 cm di profondità, il piano di cottura ha una larghezza di 72 cm fino a 90 cm, il lavelli se doppi e con scolapiatti raggiungono una lunghezza di 120 cm. Gli elettrodomestici (frigorifero) hanno solitamente una dimensione pari a 60 cm x 60 cm, tranne il caso del frigorifero freestanding che ha una configurazione più bombata e larga.

La cucina a seconda della disposizione degli elementi che la compongono, viene definita: cucina lineare, in parallelo, con isola, ad angolo, a penisola.

E6 0005

La cucina lineare spesso viene inserita in un spazio stretto, dove bisogna disporre su unica parete tutti i pezzi della cucina, tenendo conto che bisogna porre verso il centro il piano cottura e il lavello. Dalla zona cottura bisogna staccarsi più di 150 cm per collocare il tavolo da pranzo.

La cucina in parallelo presuppone che la zona pranzo sia distaccata dalla zona di preparazione e cottura dei cibi. Viene adottata per ambienti rettangolari stretti e lunghi, dove vengono sfruttate entrambe le pareti. Lo spazio minimo tra i piani di lavoro per garantire la libertà di movimento, è di 120 cm. Questo tipo di cucina avrà una parete dedicata al contenimento come la dispensa e la colonna frigo, e una parete contenente i fuochi, i piani da lavoro e i lavelli.

La cucina con isola è nell’immaginario di ogni amante della cucina, può avere diverse configurazioni: l’isola con il solo piano cottura, con piano cottura e lavelli, e multifunzionale (con piano snack per la colazione, il tavolo da pranzo, cucina e lavelli). L’isola assolve diverse funzioni: costituisce un piano per la preparazione dei cibi, è un mobile contenitore (può contenere elettrodomestici) e ha la funzione di separare la zona pranzo con la zona cucina.

L’isola può essere posizionata in maniera centrale oppure in uno dei due lati finali della cucina, garantendo, attraverso le distanze e gli spazi minimi, il cosiddetto “triangolo di lavoro”.

Scegliendo una cucina ad angolo o ad L, bisogna risolvere il punto debole della cucina che è l’angolo, questo può essere tagliato a 45° o essere ad angolo retto. Le soluzioni sono tre: la colonna-dispensa, le basi ad angolo con i pensili e l’angolo cottura o angolo con il lavello.

La cucina a penisola, come la cucina ad isola, crea una sorta di divisione tra la zona cucina e la zona pranzo, è la soluzione ideale per gli ambienti open-space dove la cucina e il soggiorno si trovano in ambiente unico.

 

Articolo precedenteCome arredare la camera da letto: idee e consigli
Articolo successivoUn matrimonio al gusto di pesca: appunti di nozze
Silvy Pellegrino
Ciao sono Silvana! Sono un Architetto con la grande passione per la tecnologia ed il web! Dal 2003 scrivo su Webisland.net, facendo la Content manager, la Social Media Manager e, quando riesco, anche la webmaster (per quel poco che so di programmazione!): il mio approccio con l'informatica è partito proprio dai linguaggi HTML e PHP...che successivamente ho trascurato (anche perchè iniziavano a nascere script chiavi in mano, come Wordpress, sul quale è costruito questo blog) per dedicarmi all'attività di SEO Specialist. Insomma...cerco di "arredare" questo sito proprio come farei con la mia dimora; tanto per non dimenticare le cose che ho studiato all'Università :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here