Goodbye Whatsapp Reborn

0
26

Whatsapp Reborn è un’app di terze parti che consente agli utenti ampliare le potenzialità di quella originale. Due mesi fa però Whatsapp ha deciso di dichiarare guerra a tutte queste app che iniziavano a minare seriamente la sua popolarità ricorrendo a vie legali. Inoltre gli account degli utenti che utilizzavano sia Whatsapp Reborn che Whatsapp Plus erano stati bloccati temporaneamente.

Nel giorno in cui la funzione delle chiamate ha fatto il suo ingresso ufficiale sui dispositivi Android, gli sviluppatori hanno anche decretato la “morte” di Whataspp Reborn. Si è arrivati all’epilogo finale in meno di sette giorni. Solo il 24 Marzo infatti era arrivata la versione 1.80 di Whatsapp Reborn. L’aggiornamento consentiva proprio di effettuare delle telefonate. Molti ricordano che Whataspp Reborn è nata da Whatsapp Plus che consentiva di inviare messaggi in maniera totalmente gratuita. Sicuramente, pagare la somma annuale che corrisponde al costo di un solo caffè al bar, non piace a molti utenti. Le app di terze parti di cui abbiamo parlato nell’articolo non solo sono gratuite ma non hanno nemmeno banner pubblicitari (questo grazie al ban-proof).

Cercare di restare in cima alle preferenze è molto difficile. Il mercato delle app di messaggistica istantanea è sempre in fermento. Però il 29 Marzo gli sviluppatori di Whatsapp Reborn, sul loro account Google+ hanno condiviso un post in cui hanno spiegato di aver interpretato male la lettera inviata dal quartier generale di Whatsapp in cui si imponeva la sospensione del loro servizio. (Ignoranza o furbizia?) Inoltre hanno raccontato di aver ricevuto un secondo richiamo il 23 Marzo ma di averlo letto solo dopo il rilascio della nuova versione. Alla fine Whatsapp Reborn e Whatsapp hanno risolto la loro controversia con un accordo di tipo extra-giudiziale. Gli account precedentemente bloccati potranno ritornare attivi solo se gli utenti utilizzeranno l’app originale. Inoltre tutte le attività svolte con WhatsApp Reborn verranno perse senza la possibilità di essere recuperate.

Articolo precedenteCome recuperare chat e file di Whatsapp
Articolo successivoI virus di Whatsapp
Silvy Pellegrino
Ciao sono Silvana! Sono un Architetto con la grande passione per la tecnologia ed il web! Dal 2003 scrivo su Webisland.net, facendo la Content manager, la Social Media Manager e, quando riesco, anche la webmaster (per quel poco che so di programmazione!): il mio approccio con l'informatica è partito proprio dai linguaggi HTML e PHP...che successivamente ho trascurato (anche perchè iniziavano a nascere script chiavi in mano, come Wordpress, sul quale è costruito questo blog) per dedicarmi all'attività di SEO Specialist. Insomma...cerco di "arredare" questo sito proprio come farei con la mia dimora; tanto per non dimenticare le cose che ho studiato all'Università :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here