Whatsapp e i problemi di privacy

0
9

Whatsapp non è certamente l’app di messaggistica più sicura al momento. Anzi, è forse la più pericolosa, per quanto riguarda sicurezza dei dati, privacy e protezione dei file multimediali.

A stabilirlo è il report dell’Electronic Frontier Foundation, un’associazione internazionale che tutela la libertà di parola e i diritti degli utenti del mondo digitale. Insomma, Whatsapp non sarebbe sicuro. L’EFF ha elaborato infatti un sistema di confronto dei dati tra le varie piattaforme utilizzate: vengono assegnate al massimo cinque stelle, il che significa la massima sicurezza per la propria privacy. E Whatsapp come si colloca in questa classifica? Indovinato: una sola stella.

C’è da dire, a onor del vero, che sono davvero poche le piattaforme che hanno raggiunto punteggio pieno. E una di queste è la Apple: i servizi offerti dall’azienda di Cupertino sono un ottimo strumento, sicuro e al riparo da sguardi indiscreti. Tra i servizi più sicuri segnaliamo anche Dropbox.

Il rapporto della EFF “Who has your back?” parla chiaro: “È tempo di aspettarsi di più dalla Silicon Valley; abbiamo stilato questo documento anche per stimolare le compagnie e fin dai mesi in cui le abbiamo informate di quali sarebbero stati i criteri di quest’anno abbiamo notato un significativo incremento delle pratiche. Speriamo, e ci aspettiamo, di vedere ancora di più il prossimo anno”.

Articolo precedenteWhatsapp Beta: arrivano le emoji multietniche per Android
Articolo successivoWhatsapp Beta per Windows si aggiorna, ecco le novità
Silvy Pellegrino
Ciao sono Silvana! Sono un Architetto con la grande passione per la tecnologia ed il web! Dal 2003 scrivo su Webisland.net, facendo la Content manager, la Social Media Manager e, quando riesco, anche la webmaster (per quel poco che so di programmazione!): il mio approccio con l'informatica è partito proprio dai linguaggi HTML e PHP...che successivamente ho trascurato (anche perchè iniziavano a nascere script chiavi in mano, come Wordpress, sul quale è costruito questo blog) per dedicarmi all'attività di SEO Specialist. Insomma...cerco di "arredare" questo sito proprio come farei con la mia dimora; tanto per non dimenticare le cose che ho studiato all'Università :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here