WhatsApp e la funzione spia? Una bufala!

0
25

WhatsApp starebbe per lanciare una nuova funzionalità, in grado di avvisare pubblicamente tutti su cosa stiamo facendo in quel momento sull’app e addirittura a chi stiamo scrivendo: insomma, una sorta di funzione spia, che farebbe la felicità di tutti gli amanti gelosi, che temono delle scappatelle da parte del proprio partner.

Peccato che sia una grandissima bufala. Anche perché, se fosse vero, sarebbe un vero e proprio attentato alla privacy! Il messaggio-bufala sta circolando su Facebook nelle ultime settimane, e pare che in diversi ci siano cascati.

«Pare che WhatsApp introdurrà la funzione “Spia chat”, pagando un ulteriore abbonamento annuale. Al momento è solo un’idea, ma a quanto pare gli sviluppatori sono sempre più propensi a introdurre questa novità. Siete contenti di questa cosa? Secondo noi molti utenti cancelleranno WhatsApp e si sposteranno su altre applicazioni. Staremo a vedere, è questione di tempo!» si legge nella bufala.

In pratica, insieme al numero di un qualsiasi nostro conoscente apparirebbe anche il destinatario di una sua conversazione in corso – ad esempio, Marco sta scrivendo a Lucia, e così via.

Ma la bufala non finisce qui. Si legge ancora: «Per attivare la funzione, basta condividere questo post sul proprio profilo facebook. WhatsApp, essendo collegato a Facebook, entro 48 ore attiverà la funzione spia».

E’ chiaramente una bufala, anche se ben congegnata. Il nostro consiglio è sempre quello di verificare le notizie prima di fare alcunché, dato che se si tratta di una notizia vera sicuramente sarà presente sui principali siti di notizie.

Articolo precedenteCome essere invisibili su WhatsApp
Articolo successivoWhatsApp contro Telegram?
Silvy Pellegrino
Ciao sono Silvana! Sono un Architetto con la grande passione per la tecnologia ed il web! Dal 2003 scrivo su Webisland.net, facendo la Content manager, la Social Media Manager e, quando riesco, anche la webmaster (per quel poco che so di programmazione!): il mio approccio con l'informatica è partito proprio dai linguaggi HTML e PHP...che successivamente ho trascurato (anche perchè iniziavano a nascere script chiavi in mano, come Wordpress, sul quale è costruito questo blog) per dedicarmi all'attività di SEO Specialist. Insomma...cerco di "arredare" questo sito proprio come farei con la mia dimora; tanto per non dimenticare le cose che ho studiato all'Università :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here