WhatsApp si aggiorna e aumenta la sicurezza per gli utenti e per la privacy. Ma ci sono anche tante altre novità.

L’aggiornamento 2.12.413 di WhatsApp, infatti, nasconde due opzioni segrete: la condivisione delle informazioni account su Facebook e la possibilità di verificare che sia attiva la crittografia end-to-end WhatsApp, quella appunto che aumenta la nostra sicurezza nell’invio e nella ricezione di messaggi.

Come spiegano gli esperti, la crittografia è attiva da parecchio tempo ormai nel sistema, ma finora non è mai stato possibile controllare che i messaggi scambiati e le chiamate effettuate fossero davvero protetti da un algoritmo speciale.

In poche parole, inviare messaggi criptati con la crittografia end-to-end significa comunicare in sicurezza senza essere spiati nessuno, il tutto grazie a un meccanismo di scambio delle chiavi. Così, neanche il server che trasporta i messaggi o le chiamate può tracciare le informazioni e i dati che vengono scambiati. Quasi tutte le piattaforme di messaggistica istantanea moderne utilizzano questo tipo di sicurezza in più.

Per avere maggiore sicurezza, occorre avere uno smartphone Android con i permessi di root attivi (almeno finché l’opzione non verrà rilasciata ufficialmente); installare il Terminal Emulator per sbloccare le due opzioni nascoste; controllare che in chat sia attiva la crittografia end-to-end WhatsApp.

Infatti, anche installando la beta 2.12.413 dal sito ufficiale di WhatsApp non riuscirai a trovare l’opzione Sicurezza per sbloccare la verifica della crittografia end-to-end WhatsApp, a meno che tu non usi il terminale e i permessi del superuser.

Rispondi

Inserisci il tuo commento
Il tuo nome qui